Newsletter

Una newsletter è una lettera elettronica e per lo più regolare a clienti e partner (i destinatari della newsletter). Inizialmente le newsletter venivano inviate principalmente da aziende, associazioni e club per informare i loro membri, clienti e dipendenti sulle ultime notizie.

Le newsletter svolgono un ruolo importante nel marketing online delle aziende. Questo perché al giorno d’oggi le newsletter sono utilizzate principalmente nel campo dell’e-commerce come e-mail pubblicitarie per informare i clienti su nuovi prodotti e servizi. Le newsletter possono essere inviate solo agli abbonati registrati. Qui devono essere osservate le regole severe di protezione dei dati. I destinatari devono registrarsi attivamente in una lista di distribuzione della newsletter e dare il loro consenso attivamente utilizzando la procedura di Opt-in facendo clic su un link di conferma. Se si verifica un invio indesiderato di newsletter, si parla in questo caso di spam.

Newsletter Marketing in dettaglio

L’invio delle newsletter nel newsletter marketing può avvenire in versione di testo normale (detta anche testo semplice) o / e in HTML (detta anche formato multipart). Occasionalmente, si verifica anche l’invio di newsletter con un documento PDF come allegato. Se un’azienda utilizza questo metodo, è importante per lei che la stampa del contenuto della newsletter avvenga facilmente. Esistono numerosi programmi e provider per l’invio di newsletter che regolano la creazione di newsletter e il successivo invio. Consentono inoltre la gestione delle liste di distribuzione e la registrazione e cancellazione automatica degli interessati e dei destinatari.

Come per qualsiasi altra misura di marketing, anche per il marketing delle newsletter sono importanti il monitoraggio e la valutazione del comportamento degli utenti. Quando si invia una newsletter, il comportamento di apertura e clic dei lettori può essere statisticamente registrato e valutato utilizzando soluzioni speciali (link di tracciamento o pixel di tracciamento). Con questo l’azienda che invia la newsletter può indagare sul comportamento dei destinatari (ad esempio il numero di aperture, inoltri, ecc.) al fine di effettuare eventualmente l’ottimizzazione della conversione e miglioramenti per ulteriori invii di newsletter. Tuttavia, il tasso di risposta (ovvero il tasso di reazione) alle newsletter è in costante calo, poiché la maggior parte degli utenti riceve troppe newsletter e sempre più spam indesiderato inviato al proprio indirizzo e-mail.

Condividi questa pagina