Ottimizzazione Offpage

L’ottimizzazione Offpage è una componente del marketing dei motori di ricerca (SEM in breve), più specificamente dell’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO in breve). Insieme all’ottimizzazione Onpage, gli operatori di siti Web cercano di migliorare la posizione del loro sito Web nei risultati organici di ricerca dei motori di ricerca (ad esempio sull’incontestabile leader del mercato – Google), vale a dire posizionarli al primo posto, se possibile. Per i siti Web, i motori di ricerca come l’incontestato leader di mercato Google sono una delle fonti più importanti, di solito la fonte più importante di visitatori e quindi di nuovi utenti e clienti. Poiché al giorno d’oggi esiste un gran numero di siti Web su ogni argomento, esiste una corsa costante per le prime posizioni, in particolare per le parole chiave importanti e frequentemente cercate. Tra le altre cose, ci sono molte agenzie SEO che vendono i loro servizi e il loro know-how nel campo dell’ottimizzazione dei motori di ricerca.

Che cos’è l’ottimizzazione Offpage

Al contrario dell’ottimizzazione Onpage, che riguarda l’ottimizzazione del contenuto e della struttura di un sito Web, l’ottimizzazione Offpage avviene lontano dal proprio sito Web. Pertanto, il marketing Offpage implica tutte le misure esterne al sito Web da ottimizzare.

Mentre all’inizio di Internet era sufficiente avere un buon Title Tag e una buona Meta Description nel proprio sito Web, negli ultimi decenni sono aumentate costantemente le richieste di SEO. Oltre a molti requisiti per l’ottimizzazione Onpage, l’importanza dell’ottimizzazione Offpage è costantemente aumentata. Una buona posizione e visibilità nei risultati di ricerca dei motori di ricerca come il potente leader di mercato Google non è più influenzata solo dal contenuto e dalla struttura del proprio sito Web, ma sempre più anche dai link in entrata al proprio sito Web. Questi sono chiamati anche backlink. Tuttavia, non è solo la quantità che conta, ovvero il puro numero, ma anche la qualità dei backlink. Ad esempio, Google dà a un backlink proveniente da un sito Web correlato all’argomento una valutazione notevolmente più elevata rispetto a un backlink proveniente da sito Web non correlato all’argomento.

La costruzione e la generazione di backlink è anche l’area più importante dell’ottimizzazione Offpage di un sito Web. Mentre in passato lo scambio di link e l’acquisto di link erano metodi popolari e molto facili da implementare, Google lo sta sempre più contrastando con vari aggiornamenti, dal momento che Google vede questo come un’influenza artificiale sui risultati di ricerca. E questo non è in realtà quello che vuole il leader del mercato dei motori di ricerca. Il suo obiettivo è mostrare a colui che fa una ricerca le migliori pagine Internet sul argomento ricercato e non le pagine più ottimizzate.

Esistono altri vari fattori di classificazione nell’area dell’ottimizzazione Offpage. Tra le altre cose, si presume che anche i cosiddetti segnali sociali abbiano un impatto sul posizionamento di un sito Web nei risultati organici di ricerca di Google e Co. Questi includono Mi piace, condivisioni e commenti sul social network Facebook, interazioni (ad esempio retweet) su Twitter e Plus1 sulla piattaforma social di Google Google+. Il retroscena è che i motori di ricerca non solo analizzano i backlink, ma controllano anche algoritmicamente l’intensità con cui gli utenti scambiano informazioni attraverso una pagina Web all’interno di social network selezionati.

 

Condividi questa pagina