Ottimizzazione Onpage

L’ottimizzazione Onpage fa parte del marketing dei motori di ricerca (SEM in breve), più specificamente l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO in breve). Insieme all’ottimizzazione Offpage, gli operatori di siti Web cercano di influenzare positivamente le classifiche del loro sito Web nei risultati organici di ricerca dei motori di ricerca come il leader di mercato Google, ovvero di posizionarli il più avanti possibile. In definitiva, lo scopo di tutte le misure di ottimizzazione dei motori di ricerca è di posizionare il proprio sito Web al primo posto nei risultati di ricerca rilevanti per tutti i termini di ricerca pertinenti. Dato che oggi esistono innumerevoli siti Web su quasi tutti gli argomenti, si è sviluppata una corsa acerba agli equipaggiamenti tra gli operatori di siti Web che sono in costante competizione tra loro per le migliori posizioni nei risultati organici di ricerca di Google e di altri motori di ricerca. Perché per i siti Web, i motori di ricerca come l’incontestato leader di mercato Google sono di solito la fonte più importante di visitatori e quindi di utenti.

Cos’è l’ottimizzazione onpage

Con l’ottimizzazione Onpage si intendono tutte le misure di ottimizzazione dei motori di ricerca che vengono eseguite sul proprio sito Web. Questo include soprattutto l’ottimizzazione del contenuto. Questo deve essere preparato professionalmente e avere una certa densità di parole chiave. Anche la formattazione corretta, l’uso intelligente delle intestazioni (Hx) e molti altri aspetti svolgono un ruolo nell’ottimizzazione di un sito Web. Ciò include l’intestazione con il tag del titolo e i metatag.

Tuttavia, l’importanza dei metatag è costantemente diminuita negli ultimi anni. Mentre agli inizi del Internet questi erano ancora uno dei principali punti di aggancio per l’ottimizzazione Onpage, il metatag “Keyword”, che originariamente era appositamente concepito per i motori di ricerca, non è più considerato da Google e da altri motori di ricerca. Lo stesso vale per il metatag “Descrizione”. Tuttavia, a seconda della query di ricerca e del motore di ricerca, questo può essere visualizzato come estratto di testo sotto il titolo della pagina nei risultati di ricerca (SERP) e pertanto non deve essere ignorato, ma dovrebbe continuare a essere considerato come parte dell’ottimizzazione del motore di ricerca Onpage. Dopotutto, cosa portano le migliori classifiche su Google se il contenuto visualizzato nelle SERP non convince l’utente a fare clic e questo invece cerca un altro risultato più in basso nella lista. Prima di ottimizzare il contenuto di un sito Web, viene però effettuata un’indagine sulle parole chiave pertinenti per cui un sito Web deve essere ottimizzato. Questa è un’area separata dell’ottimizzazione Onpage.

Inoltre, esistono altri criteri nell’area dell’ottimizzazione Onpage, ad es. il miglioramento del tempo di caricamento. Perché uno dei numerosi criteri di Google per il calcolo delle classifiche nei risultati di ricerca è anche il tempo di caricamento di un sito Web. Più veloce viene caricata una pagina, cioè più breve è il tempo che il visitatore deve attendere fino a quando la pagina viene visualizzata, migliore è la valutazione di questo sito da parte di Google. Inoltre, ci sono molti altri fattori nelle aree dell’ottimizzazione Onpage e Offpage, che Google tuttavia non menziona pubblicamente.

Condividi questa pagina